Il convegno dal titolo “Divertimento sicuro. Regole e controlli” è stato introdotto dal presidente del Silb, Maurizio Pasca che, accanto al presidente del Silb di Napoli, Vincenzo De Pompeis, ha dato inizio ad un interessante dibattito approfondendo particolari problematiche e questioni relative al territorio napoletano con il supporto del consulente legale del Silb, Attilio Pecora, e del coordinatore nazionale abusivismo, Giampaolo Scagliola. La discussione, moderata dalla giornalista Fabiana Pacella, ha innescato un intenso scambio di opinioni e proposte da realizzare in breve tempo.

Tra queste, in particolare, ha destato molto interesse l’iniziativa del Segretario regionale del PD Campania, senatrice Maria Grazia Pagano, che ha proposto l’organizzazione di un incontro con il vice ministro Enrico Morando (Ministero delle Finanze) che già in precedenza, in qualità di parlamentare, aveva presentato una proposta di legge sul mondo dell’intrattenimento notturno per semplificare e modernizzare una normativa che risale al 1931 e che dunque risulta a tutti gli effetti obsoleta e poco aderente alla realtà attuale. Verrà, tra le altre cose, proposta nuovamente la modifica dell’art. 100 del TULPS che si riferisce alla sospensione di licenza o alla chiusura del locale in caso di episodi di  violenza verificatisi al suo interno o nei pressi.

La senatrice ha inoltre invitato tutte le imprese a coordinarsi tra loro e fare gioco di squadra per presentare un’offerta che sia la più completa possibile.

Il dibattito ha visto anche l’intervento del Presidente di Fipe Napoli, Salvatore Trinchillo, il quale ha dato ulteriore valore alla discussione affrontando il tema degli intrattenimenti abusivi nei pubblici esercizi. Trinchillo ha precisato che Fipe Napoli vuole proporsi come vero punto di riferimento per combattere questo fenomeno, invitando i presenti a continuare con le segnalazioni alle autorità competenti.

Altro tema affrontato durante la discussione è stato quello relativo al SUAP (Sportello unico per le attività produttive) e alla gestione delle autorizzazioni per i locali di pubblico spettacolo. I presenti evidenziano quanto questo sportello produca in molti casi un vero rallentamento delle pratiche utili all’acquisizione della licenza non disponendo di personale tecnico in grado di rilevare l’effettiva agibilità del locale esaminato e dovendo dunque necessariamente chiedere ancora una volta pareri ad organi competenti. A tal proposito, l’ex assessore al commercio e alle attività produttive, Mario Raffa, che all’epoca aveva ideato l’istituzione di questo sportello, ha precisato che l’idea iniziale era quella di costituire un gruppo di tecnici ma che poi via via questo ente si è trasformato qualcosa di diverso costituendo un vero e proprio ostacolo allo svolgimento delle attività relative all’acquisizione della licenza.

Tutti i presenti si sono trovati inoltre d’accordo sulla questione riguardante le amministrazioni comunali che in molti casi si dimostrano compiacenti nei confronti delle attività abusive, ostacolando l’attività di contrasto al fenomeno che dovrebbe invece essere agevolata per garantire il mantenimento della legalità e del rispetto delle norme. Il presidente del Silb, Maurizio Pasca, si è reso dunque disponibile ad organizzare a Roma un incontro istituzionale per valutare le proposte pervenute e stabilire una strategia comune. 

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

P.zza G. G. Belli, 2 - 00153 Roma
Tel.: +39 06 583921 Fax: +39 06 58348955
silb@pec.it

info@silb.it

© 2013 - 2015 SILB - Tutti i diritti riservati - C.F. 97016090587 | Privacy Policy | Informativa utilizzo cookies| Powered by SIXTEMA S.p.a