La Commissione di Vigilanza è incompetente in materia acustica

La Commissione di Vigilanza è incompetente in materia acustica

Secondo quanto stabilito dalla recente sentenza del T.A.R. della Calabria, in merito alla natura giuridica del “parere” reso dalle Commissioni di Vigilanza di cui agli artt. 141 e seguenti del regolamento TULPS, la Commissione di Vigilanza non ha competenze in materia di prevenzione acustica. 

Secondo il T.A.R. la disciplina dettata dal TULPS e dagli artt. 141: “è diretta esclusivamente a garantire la sicurezza dei luoghi in cui si svolgono spettacoli etrattenimenti pubblici, per cui il parere della commissione di vigilanza preclude il rilascio dell’autorizzazione solo per quanto attiene alla solidità e alla sicurezza dell’edificio, all’esistenza di uscite pienamente adatte a sgombrarlo prontamente in caso di incendio, ma non già per quanto riguarda la prevenzione in materia acustica.

Con tale motivazione è stata annullato il provvedimento di diniego di licenza  ex art. 68 del TULPS con cui il comune, in seguito al parere della Commissione di Vigilanza, aveva valutato negativamente questioni relative alla violazione dei limiti acustici consentiti, senza peraltro effettuare nessuna attività di accertamento tecnico che avvalorasse la tesi sostenuta. Non vi era dunque alcuna specifica e idonea motivazione per una scelta tanto penalizzante.

Un precedente importante è inoltre costituito dalla pronuncia del TAR del Lazio (sez. II, 27.7.1994, n. 926) per cui tale indirizzo risulta attualmente confermato.

 

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

P.zza G. G. Belli, 2 - 00153 Roma
Tel.: +39 06 583921 Fax: +39 06 58348955
silb@pec.it

info@silb.it

© 2013 - 2015 SILB - Tutti i diritti riservati - C.F. 97016090587 | Privacy Policy | Informativa utilizzo cookies| Powered by SIXTEMA S.p.a