Regole uguali per tutti nel settore dell’ intrattenimento

Concorrenza leale e regole uguali per tutti.E’ quello che chiede il presidente provinciale del Silb di Teramo, Gianpiero        D’ Angelo, per regolamentare un settore molto importante per l’ attività turistica. D’ Angelo lamenta: “una deregulation crescente che trova nell’ abusivismo un mercato parallelo. Gli  imprenditori dell’ intrattenimento sono pronti e disponibili a contribuire attivamente alla riqualificazione ed al rilancio della nostra costa e più in generale, del nostro territorio, ma per investire hanno bisogno di regole e certezze per il futuro delle loro aziende e del loro modo di fare impresa che spesso vengono a mancare o vengono sostituite con ordinanze prettamente estive non del tutto chiare e che lasciano alla libera interpretazione anche gli organi di controllo”.Il Silb invita “tutti coloro che volessero aprire un bar, ristorante, discoteca ecc. lavorare nel rispetto del principio fondamentale per una sana convivenza: “stesso mercato, stesse regole”  e chiede inoltre “una maggiore attenzione sull’ argomento orari e rilancio turistico da parte delle amministrazioni, evitando deroghe ad personam che potrebbero esporre gli esercenti a sanzioni amministrative.

 

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

P.zza G. G. Belli, 2 - 00153 Roma
Tel.: +39 06 583921 Fax: +39 06 58348955
silb@pec.it

info@silb.it

© 2013 - 2015 SILB - Tutti i diritti riservati - C.F. 97016090587 | Privacy Policy | Informativa utilizzo cookies| Powered by SIXTEMA S.p.a