Restituzione del Parco Gondar di Gallipoli- 03/05/2017

“Prendiamo atto della sensibilità dimostrata dalla Procura”- dichiarano i due giovani proprietari del Parco Gondar, Christian Scorrano e Ferruccio Errico: “torniamo a rimboccarci le maniche ed a correre per riprendere la programmazione pianificata in tanti mesi di lavoro. Siamo grati a tutti coloro che ci sono stati vicini in questo mese e ci metteremo da subito al lavoro a partire dall’evento della Salento Sport Convention, in programma per il prossimo 20-21 Maggio.

Accogliendo infatti i contenuti dell’istanza formulata dagli Avvocati Ladislao Massari, Michele Bonsegna e Pier Luigi Portaluri, difensori dei due titolari del Parco Gondar, la Procura della Repubblica di Lecce ha disposto la restituzione dell’  intera struttura.

I P.M. hanno condiviso le ragioni illustrate dai difensori al fine di “salvaguardare anche le esigenze imprenditoriali degli istanti e soprattutto quelle occupazionali del territorio”.

L’ indotto derivante dalle attività del Parco Gondar infatti, si riverbera positivamente sull’intera collettività insediata nel territorio gallipolino, garantendo un importante ritorno anche d’ immagine e lavorativo: basti pensare alle ricadute che Parco Gondar genera sul sistema generale della ricettività e dell’ ospitalità, coinvolgendo anche settori economici apparentemente più distanti come il terziario avanzato: società di servizi, di trasporto, eccetera.

Gli Avvocati, Massari, Bonsegna e Portaluri esprimono soddisfazione per il risultato conseguito, il quale consente la prosecuzione dell’ attività a Parco Gondar: cioè ad una struttura che dieci anni fa due imprenditori hanno acquistato- anche in ragione della loro giovane età- con molti sacrifici personali e che stanno progressivamente riqualificando con l’ obiettivo di migliorare continuamente lo standard di qualità dei servizi resi: onde farne una struttura che sia un vero e proprio landmark dell’estate gallipolina e come tale un modello di riferimento per il settore dell’ industria turistica aperta e sensibile ai valori della formazione dei giovani attraverso l’attività non solo musicale ma anche sportiva e culturale.