bergamo

Bergamo: firmato il Protocollo sicurezza

Il ballo continua a essere un problema

Buone notizie da Bergamo, nella fattispecie dal referente Silb Paolo Visinoni: è stato finalmente siglato il protocollo sicurezza. Ma ci ha messo lo “zampino” l’Ats, Agenzia di Tutela della Salute, richiedendo tavoli di confronto come quelli di Notti in sicurezza che vedevano convenire istituzioni, imprenditori, protagonisti dei settori coinvolti.

“A Bergamo aleggia ancora la paura, abbiamo gli occhi addosso e stiamo lavorando a un terzo della capienza perché l’opinione pubblica è particolarmente sensibile dopo quanto accaduto” commenta Visinoni.

“Di recente avevano avuto grande successo le iniziative volte a diminuire il consumo di alcolici, in particolare il conferimento di omaggi a chi consumava bevande analcoliche. Funzionava, i volontari per servizi socialmente utili venivano impiegati per questi progetti. Si mettevano fuori dai locali per sensibilizzare i ragazzi al fine di evitare la guida in stato di ebbrezza. Il problema sono quasi sempre i locali che fanno musica tecno, con una clientela più giovane e più avvezza al consumo di sostanze”.

Quindi, anche su Bergamo, cautela e grande rispetto delle norme di sicurezza, visto l’avvicinarsi della soglia del 31 luglio con il rischio del protrarsi dello stato di emergenza.

“Un paio di fine settimana fa ho fatto il venerdì sera con 400 persone a sedere -continua Visinoni- Quando la situazione in pista è complicata da gestire faccio entrare qualche persona in meno e apro anche il sabato. Molti locali aprono una volta in settimana, altri diluiscono le presenze nell’arco dei sette giorni. Avevo riempito la pista di tavoli per mettere barriere fisiche, perché quando la gente inizia a ballare l’ordine è difficile da mantenere. Talvolta salgono sui tavoli. Inoltre una fetta del personale si rifiuta di recarsi al lavoro perché i ragazzi spesso evitano di mettere la mascherina”.

Ora c’è grande attesa per il 31 luglio, data in cui dovrebbe arrestarsi o protrarsi lo stato di emergenza; e per i provvedimenti relativi al ballo al chiuso.