controlli a tappeto

Controlli a tappeto in tutta Italia

Anche e soprattutto nei piccoli locali dei centri urbani

Dall’operazione Angeli della Strada promossa dal vice questore di Ischia ai controlli a tappeto nella bergamasca. In tutta Italia scattano operazioni di pattugliamento, monitoraggio dello stato etilico, raid nei piccoli locali dei centri urbani. A Ischia il vice questore Ferrara ha indetto controlli a tappeto nei fine settimana, il primo è scattato l’altro ieri ed è costato il ritiro della patente a molti. La Questura di Parma si è concentrata su locali scommesse e locali del centro cittadino.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo nel corso del fine settimana scorso hanno eseguito servizi di controllo del territorio in prossimità dei locali notturni della bergamasca. Nello specifico sono stati controllati 3 esercizi pubblici, 340 veicoli e circa 560 persone. 68 di queste hanno precedenti penali per reati di tipo predatorio o inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. 43 le contravvenzioni al Codice della Strada e 14 le persone denunciate in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica. A queste è stata ritirata la patente e sequestrato il veicolo. 5 persone inoltre sono state segnalate per l’uso di sostanze stupefacenti.

Il referente di Bergamo appena entrato in Silb, Tonino Annino Vecchi, titolare del Bolgia, ha fatto notare come in realtà il numero di patenti ritirate fosse esiguo rispetto al numero complessivo, seppur sugli organi di stampa il titolo tenda sempre ad essere fazioso.

controlli a tappeto

Sempre lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di S.M. Ligure, nel corso del predisposto servizio teso al contrasto della “Stragi del Sabato Sera” durante alcuni posti di controllo alla circolazione stradale e numerose soste in prossimità di locali notturni e caselli autostradali, hanno deferito in stato di libertà per “guida in stato di ebbrezza alcolica” un 65 enne di Rapallo, il quale, dopo aver provocato un sx stradale alla guida del proprio motociclo, sottoposto a controllo e successive analisi è risultato avere un tasso alcolemico pari a g/l 1/19. Quindi, nulla a che fare con l’utenza che frequenta le discoteche della zona! E anche in questo caso, stragi del sabato sera e discoteche non sono connessi.

E a proposito di controlli e di Prefetture, il Silb sta verificando ciò che accade a Ciampino dove l’Orion, un locale storico che non somministra bevande alcoliche a minori, è oggetto di rappresaglia da parte di alcuni pr che esortano i ragazzini a seguirli in altre feste a tasso alcolico certo! Le esortazioni sono rese pubbliche attraverso locandine e divulgate su Instagram e forse anche questa è una tematica di cui dovrebbero occuparsi i comitati cittadini nelle loro segnalazioni alle prefetture. Perché l’ultimo rapporto dell’Istituto superiore di Sanità parla chiaro, circa 3.000 minori fra gli 11 e i 15 anni finiscono all’ospedale per intossicazione etilica.