L’8 e il 9 Marzo al Mir si parlerà di musica nei locali

E si premierà la musica

Giordano Sangiorgi, patron delle Etichette Indipendenti, è di recente entrato nel Silb per portare una sinergia, i cui effetti saranno ben visibili il 9 marzo a Rimini. Con Sangiorgi entra nel Silb la rete dei festival, quelle etichette indipendenti che tanto hanno dato e continuano a dare scoprendo, coltivando e lanciando artisti ormai protagonisti delle cover e ormai super cliccati su Spotify.

Infatti, nel consueto meeting che faremo in occasione di MIR, che si terrà alla fiera di Rimini, verranno premiati gli Eugenio in Via di Gioia per il migliore live nei club.

Il MEI e la Rete dei Festival saranno ospiti nello stand del Silb e domenica 8 marzo daranno vita a un incontro intitolato: Festival e Club: quale rapporto per la crescita della musica emergente dal vivo? A dibattere della questione, che non è di poco rilievo, saranno Maurizio Pasca, Presidente del SILB, Giordano Sangiorgi, patron del MEI e portavoce della Rete dei Festival, Gianni Indino del Silb Romagna e Roberto Grossi della Rete dei Festival della Liguria, con altri ospiti e protagonisti.

Durante l’incontro saranno premiati il progetto forlivese Big Fun No Trip che porta nel mondo delle discoteche feste no alcool per i minorenni e  il cantautore Leo Pari, già musicista dei Thegiornalisti, ideatore del progetto di successo nei club con i Lato B, insieme a Gianluca De Rubertis e altri musicisti indipendenti, dell’Omaggio indipendente a Lucio Battisti.

Nella serata di lunedì 9 marzo in occasione degli “Oscar del SILB” sempre al MIR di Rimini il MEI e la Rete dei Festival con il SILB premieranno gli Eugenio in Via di Gioia, premiati come nuovi talenti al MEI 2016 e vincitori del Premio Critica Mia Martini al Sanremo 2020, quale miglior artista live dell’anno nei club per il 2019. Invece, il progetto Big Fun NO Trip farà ascoltare per la prima volta il suo singolo per il mondo dance.

Si rafforza così il progetto di incontro tra mondo della musica dal vivo dei giovani artisti emergenti con il mondo dei club e della notte, con lo scopo che siamo determinati a perseguire: valorizzare giovani artisti emergenti e i club come sviluppatori e propulsori di nuova musica italiana. Non so se avete notato che la parola discoteca non compare. È un termine che ci è caro ma sul quale vale la pena di riflettere, perché le parole sono simboli e discoteca è legata a un mondo ormai scomparso. Forse varrebbe la pena aggiornare il termine…