MIR Tech rinviata

In seguito alla cancellazione di fiere internazionali come Salone del Mobile e Mido, Mir non poteva che adeguarsi al clima vigente rimandando la manifestazione Music Inside Rimini a data da destinarsi. Ecco il comunicato diffuso da Italian Exhibition Group, che organizza la manifestazione dedicata alle tecnologie per il mondo dello showbiz.

“Il Consiglio di Amministrazione di Italian Exhibition Group, nella seduta di ieri, martedì 25 febbraio, alla luce della situazione di crisi internazionale provocata dall’emergenza del COVID-19 ha deliberato di posticipare le manifestazioni del suo calendario in programma nel prossimo mese di marzo.
Le nuove date di MIR Tech verranno annunciate prossimamente al termine degli approfondimenti di mercato in corso con aziende e associazioni.”

MIR Tech è il luogo di incontro e innovazione più importante del settore dello showbiz e punto di riferimento indiscusso presentazione delle migliori tecnologie e dei campi di applicazione in tema Light, Sound, Visual, Integrated System & Broadcast.

Ecco cosa avremmo visto e confidiamo di vedere a breve:

Yamaha avrebbe presentato il sistema Stagepa 1K, capace di trasformare rapidamente e facilmente qualsiasi luogo in un palcoscenico con prestazioni audio di livello professionale e un set-up semplice.

DTS in occasione del suo 40esimi anniversario avrebbe dato vita a uno spazio multifunzionale in cui coinvolgere i visitatori non solo con le novità di prodotto, ma anche raccontando la storia di un’azienda a conduzione familiare che è diventata leader dell’illuminazione professionale.

Marco Balich, Chairman di Balich Worldwide Shows, Direttore e Executive Producer di Cerimonie Olimpiche e dei più importanti live show a livello mondiale, sarebbe salito sul palco per presentare Future is Illuminatedtalk show unico nel suo genere sul mondo delle luci, capace di far rivivere al pubblico presente le emozioni che hanno segnato la storia dei grandi eventi.

Era prevista anche la presenza dei  LD@WORK. Con una novità: una nuova esperienza “live” che integra luci e video. I lighting designer e gli specialisti video dovevano lavorare su una CueList tramite due consolle separate e un media server di ultima generazione, condividendo con i partecipanti ogni dettaglio del proprio lavoro, dall’impostazione e set up tecnico alle scelte creative. Un’esperienza unica ed imperdibile per vedere all’opera il lavoro di squadra nel costruire un “visual show” integrando diverse tecnologie e tipologie di sorgenti luminose.

Infine, molto interessante anche il seminario di Audio Vivo, sulle tecniche di gestione e lavorazione dei flussi audio e le modalità di mixing negli spettacoli dal vivo: esperienze, modelli pratici e confronto diretto con i maggiori professionisti del settore.

Confidiamo di poter presenziare presto a tutto ciò.