Silb Sicilia rinasce a Palermo. Con i leader dell’entertainment

Vincenzo Grasso è il perno intorno al quale ruoterà l’espansione del Silb in Sicilia. Insieme a lui, il neo nominato Roberto Bianconi (vice presidente) e i consiglieri Fabio Schillaci, Liborio Durante e Davide Speciale.

Il proposito è quello di gestire l’intrattenimento secondo lo standing che si merita e certo verrà attuato pienamente, visto che Vincenzo Grasso è una delle menti di Unlocked, leader nazionale nella progettazione, organizzazione e gestione di eventi di spettacolo e intrattenimento. Si ispira infatti ai grandi format europei ed è diventata una realtà di riferimento nel meridione d’Italia per la capacità di anticipare le tendenze e per le relazioni consolidatesi nel tempo con promoter, agenti ed enti pubblici, nonché con dj e performer italiani ed internazionali.

Al pari, il team di Unlocked gestisce Mob Discotheatre, che con i suoi 1200 metri di dancefloor e 70 metri quadri di palco è uno dei locali più famosi d’Italia. Tra l’altro, Grasso è protagonista di una pregevole iniziativa, quella di Musica e Legalità: grazie alla collaborazione con la testimone di giustizia Valeria Grasso, mira a sensibilizzare le giovani generazioni a un modus vivendi sano, complice il linguaggio universale della musica.

“Certo il momento attuale non è dei più semplici, andremo per gradi, partiremo da Palermo e agiremo su tutto il territorio -afferma Vincenzo Grasso. Che si pronuncia anche sul tema spinoso delle “ospitate”, che tante polemiche ha suscitato fra i gestori di locali in tempi di Covid. “Un ospite famoso serve a dare più valore alla serata è consente di alzare il prezzo del biglietto. In questo momento storico inoltre puntate su artisti italiani risulta a mio parere una scelta densa di significato ed efficace. Viste le riduzioni di capienza imposte, è un modo intelligente per avere performance di incasso migliori”.